Etichette

lunedì 10 ottobre 2016

SACERDOTI ESORCISTI: “HALLOWEEN, ANTICAMERA DEL SATANISMO.”

Il libro di don Aldo Buonaiuto: “Halloween, lo scherzetto del diavolo”.
1422367_615290751863852_1957238937_n

Intervista a Don Aldo Buonaiuto, sacerdote esorcista, antropologo, demonologo, coordinatore del Servizio AntiSette della Comunità Papa Giovanni XXIII fondata da don Oreste Benzi e del numero verde di aiuto alle vittime dell’occultismo e del satanismo (800228866), ha scritto un libro dedicato al tema:“Halloween. Lo scherzetto del diavolo” (Sempre Comunicazione.10 Euro).
Uno schiaffo alla coscienza di chi banalizza un fenomeno, “Halloween, il “carnevale dell’horror” che invece nasconde moltissimi rischi. «Per i satanisti la partecipazione anche indiretta a questo appuntamento è come partecipare a un grande rito di iniziazione dell’occulto. Da qui si può aprire una porta al Maligno. Per questo è necessario parlarne e non banalizzare un allarme che va tenuto in considerazione».

HALLOWEEN NON E’ UN’INNOCUA FESTICCIOLA
All’Università Europea di Roma, la presentazione del libro di don Aldo Buonaiuto, sacerdote esorcista, giovedi 29 ottobre 2015.  Il business commerciale dietro Halloween: “Un martellamento continuo cui sono sottoposti i nostri figli con insegnanti letteralmente ‘infatuati’ che presentano miriadi di iniziative per ‘giocare’ con tutto ciò che è macabro. Ma io mi chiedo, perché tutto questo impegno a esaltare il demonio fin dalle scuole primarie proponendo ai bambini immagini di morte e non immagini positive come quelle dei Santi? Quella che è dai più considerata una festa alla moda, allegra e divertente, una specie di carnevale a tinte noir, è invece un fenomeno oscuro e inquietante e un’occasione di reclutamento di adepti dell’occulto. Per i satanisti, è la ricorrenza più importante dell’anno, il compleanno del principe del male. Il diavolo utilizza i suoi modi striscianti, agisce indirettamente accalappiando le proprie vittime che in questo periodo sono proprio le vittime delle sette sataniche, cioè di quelle realtà che esaltano il mondo dell’ occultismo e si approfittano di quell’operazione commerciale che è Halloween”.

FESTA DI MORTE

“Il mio libro è nato per informare, educare e prevenire i pericoli, un sussidio per genitori ed educatori, per catechisti e per sacerdoti, oltre che per i ragazzi, affinché ci sia consapevolezza sui significati dei simboli occultistici e satanici di questo carnevale dell’horror, che non deve essere banalizzato. Coloro che pensano che il fenomeno sia riconducibile soltanto agli aspetti divertenti e modaioli, delle maschere e dei momenti di svago, dovrebbero sapere invece che dietro questa pseudo-carnevalata c’è nascosto il mondo oscuro dell’occulto e del satanismo. Si tratta di una celebrazione magico-esoterica ed è l’occasione per adescare vittime nelle sette”.
LA SEDUZIONE DEL MACABRO
“La tradizione del ‘dolcetto o scherzetto’ nasconde qualcosa di ben più serio e inquietante di quanto possa sembrare all’apparenza. Nell’antico culto pagano dei druidi, trick or treat significava ‘maledizione o sacrificio’: l’obbligo di offrire doni ai sacerdoti del dio della morte per evitare vendette dall’aldilà. Attraverso questa cosiddetta moda festaiola si diffonde il piacere per l’orrore come normale, la seduzione del macabro, l’attrazione per la morte invece che per la vita.
Viene dissacrato il senso della morte.
Come ho scritto nel libro, allora, lo scherzetto del diavolo è un dolcetto mortale per l’anima.
In occasione di Halloween, i giovani sono iniziati ad adorare mostri che grondano sangue, figure di morti che vagano sulla terra senza pace, e compiono sacrilegi in forma di gioco, mentre i servitori del principe del male si rendono responsabili di reati terribili, come uccisioni, anche di neonati, violenze fisiche e morali, profanazioni.
I cristiani non possono essere complici, neppure indiretti, di questa operazione commerciale dai tratti neo-pagani e anticristiani”.
HALLOWEEN, OPERAZIONE COMMERCIALE
“C’è certamente l’aspetto del business commerciale. Un’operazione perfettamente riuscita, grazie all’impiego della pubblicità e dei mezzi di comunicazione, a servizio degli interessi delle multinazionali, che spingono molto sulla divulgazione di questa moda, per vendere i loro prodotti. Grazie a Internet e alla globalizzazione, è diventato uno degli appuntamenti di massa più seguiti, soprattutto dal pubblico giovanile. In Europa, gli incassi della ‘notte delle streghe’ superano ormai i 400milioni di euro.
Ma non è questo l’aspetto prevalente. Per i satanisti, Halloween è il compleanno del principe del male. In questa ricorrenza si praticano riti tenebrosi e si commettono reati.
LA FESTA DI OGNISSANTI
“L’alternativa ad Halloween è la gioia della liturgia cristiana, delle cerimonie di preparazione alla festa di Ognissanti, pregando insieme in famiglia, recitando il Rosario, partecipando alla Santa Messa, riscoprendo le vite esemplari dei Santi e l’Amore trionfale di Dio, vivendo attivamente la celebrazione eucaristica e andando a fare visita ai cari defunti al cimitero. Quale evento più bello che leggere insieme e meditare la vita dei Santi, contemplando il volto splendente di Gesù, invece delle facce mostruose di scheletri, di zombies, di anime dannate, che non esorcizzano la morte ma la esaltano, sponsorizzando ciò che vi è di più brutto nel mondo: il dolore, la sofferenza, l’inquietudine, la violenza, la morte”.
«Al nostro numero verde (800228866), che abbiamo ormai istituito da alcuni anni come centro anti-sette proprio per rispondere a questa nuova emergenza, riceviamo in questo periodo centinaia di telefonate, di questi tempi fino a 40 al giorno. Molte volte sono genitori preoccupati per i comportamenti dei propri figli. I più esposti e vulnerabili sono i giovani, sedotti magari dal satanismo. Si comincia con fenomeni di trasgressione e si arriva poi a pericolose pratiche di autolesionismo per mettersi alla prova o dimostrare sottomissione verso i capi di questi gruppi e sette».
«Sempre in coincidenza con l’arrivo del 31 ottobre, aumentano i riti magici, i sacrilegi, la profanazione dei cimiteri con pratiche di adorazione nei confronti di Satana, i furti di ostie consacrate. Ci sono poi i casi di disturbi dell’anima e lì bisogna appunto verificare quando sono possessioni demoniache».
«Abbiamo lanciato da alcuni anni l’iniziativa ‘Holyween’ con cui invitiamo proprio nella notte dei Santi, mentre tanti flirtano con l’horror e con gli zombie, ad affiggere su porte e finestre un’immagine o una luce evocativa dei Santi. E poi Sante Messe, veglie di preghiera e Adorazioni organizzate un po’ su tutto il territorio nazionale da diocesi e parrocchie per esaltare i Santi artefici della vittoria del Bene sul Male. Almeno loro hanno il merito di essere persone d’esempio morale esistite davvero e non creature partorite da qualche lontana usanza pagana promotrice delle Tenebre».
Fonte: In Terris, Radiovaticana
Il blog di Don Aldo: come acquistare il suo libro 
http://www.donaldobuonaiuto.it/?page_id=240

Fonte: No al satanismo

Nessun commento:

Posta un commento