Etichette

lunedì 26 gennaio 2015

IL GIORNO DELLA MEMORIA




Il 27 Gennaio celebriamo il Giorno della Memoria
La memoria della Shoah, dello sterminio programmato delle popolazioni ebraiche di tutta Europa.
E attraverso il ricordo delle vittime del più ostinato e ossessivo e folle dei piani del Terzo Reich ricordiamo tutte le vittime del nazismo. Perchè questo ricordo, che come monito contro l’odio dovrebbe vivere nelle menti di tutti gli uomini, possa impedire il ripetersi di tragedie simili.

La Shoah è però unica. E’ diversa da ogni altro genocidio o strage abbia avuto luogo nella Storia. Perchè non è stata mossa solo dall’odio o da interessi politici ed economici. E’ stata la più lucida manifestazione della programmazione della morte. Una macchina di morte, quella nazista, nella quale la “razionalità” dell’orrore era finalizzata alla morte dell’ultimo ebreo d’Europa, e presto, chissà, del mondo. Una macchina di morte che organizzava la morte di migliaia di ebrei romani non nella loro città, ma a migliaia di chilometri di distanza. Perchè non era l’odio il primo motore della Shoah. Ma la maniacalità omicida dell’annientamento.

Nessun commento:

Posta un commento