Etichette

mercoledì 1 luglio 2015

LA POSSESSIONE DIABOLICA

La condizione degli indemoniati è alterata e non più controllabile, commettono tanti errori soprattutto con i pensieri, anche quando non è attiva la manifestazione esteriore dei diavoli. La loro presenza nel corpo di una persona è un disastro esistenziale, allo stesso modo quando lo spirito demoniaco trova accoglienza in una persona dedita ai peccati più viziosi e non conduce un cammino di Fede.
La Fede forte e matura mette terrore ai diavoli, essi sono sempre costretti ad allontanarsi dove è presente un amore fiducioso verso Gesù e la Madonna, dove si compiono atti di umiltà e di sincero amore verso il prossimo.
Ricordate queste virtù e terrete lontani da voi i pericolosi diavoli. Cercheranno sempre di tentare e di ispirare pensieri opposti alla virtù, ma se voi reagirete con la recita fiduciosa di alcune preghiere, con atti di adorazione e di Fede a Gesù, di amore verso la Madre di Dio, non solo i diavoli fuggono, ma come effetto vi sentirete più sereni e nella pace interiore.
L’influenza dei diavoli, soprattutto in questi tempi, è minacciosa e molto efficace, si sono aperte loro tutte le porte per agire nel mondo con grande potenza. L’intenzionale diminuzione degli esorcisti e il silenzio sull’operato devastante di satana sulle persone e sulle azioni che spingono a fare, ha portato miliardi di persone a compiere ciò che mai avrebbero immaginato.
Mi riferisco a quelle persone che in qualche modo resistevano ai richiami immorali di questa società impazzita, però non si può resistere senza la Grazia di Dio, comunque senza la comunione spirituale con Gesù e la Madonna. È impossibile resistere alle continue tentazioni, esse martellano la testa se non trovano qualcosa o Qualcuno più potente e devono arrendersi e svanire.
La preghiera ci salva, la preghiera tiene lontani i diavoli e il loro potere diminuisce notevolmente fino a diventare un leggero sussulto. Bisogna riflettere molto sulla presenza costante delle tentazioni e la sottile induzione a fare scelte opposte alla morale, anche se si insinuano pensieri simili: che male c’è; tanto lo fanno tutti; lo farò una sola volta; voglio fare come i miei amici/amiche; ecc.
In molti la debolezza fa cadere l’integrità morale perché costretti/e a fare come quelli della comitiva altrimenti vengono esclusi.
Cadendo rovinosamente in questo modo, si inizia una vita immorale che solo la Grazia di Dio potrà fermare e poi salvare.
Padre Giulio Maria Scozzaro

Nessun commento:

Posta un commento