Etichette

martedì 19 aprile 2016

Come ottenere Misericordia e grazie: ecco le preghiere di Santa Faustina

shutterstock_95824924

Un dialogo continuo con Gesù. Dal quale Santa Faustina Kowalska ha ricevuto suggerimenti e indicazioni molto precisi sulla Divina Misericordia.
CRISTO MISERICORDIOSO
Ad iniziare dalla celebre immagine del Cristo Misericordioso, rappresentazione iconografica della visione avuta da santa Faustina il 22 febbraio 1931, in cui Cristo ordina di essere dipinto cosı` come si rivela. Racconta la mistica:
«La sera, stando nella mia cella vidi il Signore Gesù vestito di una veste bianca: una mano era per benedire, mentre l’altra toccava sul petto la veste, che ivi leggermente scostata, lasciava uscire due raggi, rosso l’uno e l’altro pallido […].
Dopo un istante, Gesù mi disse: “Dipingi un’immagine secondo il modello che vedi con sotto scritto: ‘‘Gesù, confido in te!. Desidero che questa immagine venga venerata prima nella vostra cappella, e poi nel mondo intero”».
LA SALVEZZA DELLE ANIME
Nelle visioni Gesù le ha indicato più volte il desiderio di salvare tutte le anime, come riporta Santa Faustina, trascrivendo nel suo Diario le parole del Messia: “Da tutte le mie piaghe come da ruscelli, scorre la Misericordia per le anime, ma la piaga del mio cuore è la sorgente della Misericordia senza limiti; da questa sorgente sgorgano tutte le grazie per le anime. Le fiamme della compassione mi divorano, desidero riversarle sulle anime degli uomini, parla a tutto il mondo della mia Misericordia”.
Le parole di Gesù hanno ispirato Santa Faustina nella stesura di alcune preghiere, riportate in “Gesù, confido in te” (edizioni Messaggero Padova), che vi proponiamo di seguito.
Preghiera:
Inno di Lode
O mio dolcissimo Maestro, o Gesù buono, ti consegno il mio cuore, e tu formalo e plasmalo a tuo piacimento.
O Amore ineffabile, apro il calice del mio cuore davanti a te, come un bocciolo di rosa alla frescura della rugiada; il profumo del fiore del mio cuore e` noto soltanto a te.
O mio Sposo, l’aroma del mio sacrificio ti sia gradito.
O Dio immortale, o mia eterna delizia, fin d’ora qui sulla terra tu sei il mio paradiso; ogni battito del mio cuore sarà un nuovo inno di adorazione per te, o santissima Trinità. Se avessi tanti cuori quante sono le gocce d’acqua nell’oceano, quanti i granelli di sabbia su tutta la terra, li offrirei tutti a te, o mio Amore, o Tesoro del mio cuore.
Coloro con i quali avrò rapporti durante la mia vita, desidero attirarli tutti ad amare te, o mio Gesù, mia bellezza, mio riposo, unico mio Maestro, giudice, salvatore e sposo insieme. So che un titolo attenua l’altro, perciò ho compreso tutto nella tua Misericordia
O Gesù , disteso sulla croce, ti supplico, concedimi la grazia di adempiere fedelmente la santissima volontà del Padre tuo, sempre, ovunque e in tutto. E quando la volontà di Dio mi sembrerà pesante e difficile da compiere, te ne supplico, Gesù, scenda allora su di me dalle tue piaghe la forza e il vigore e le mie labbra ripetano: «Signore, sia fatta la tua volontà.
O mio Gesù, sostienimi, quando vengono le giornate pesanti e nuvolose, i giorni delle prove e della lotta, quando la sofferenza e la stanchezza cominceranno a opprimere il mio corpo e la mia anima.
Sostienimi, Gesù, dammi la forza di sopportare le sofferenze. Metti una sentinella alle mie labbra, affinché non esca alcuna parola di lamentela con le creature. Tutta la mia speranza e` il tuo cuore misericordiosissimo, non ho nulla a mia difesa, solo la tua Misericordia: in essa sta tutta la mia fiducia


Nessun commento:

Posta un commento