Etichette

sabato 29 marzo 2014

La veggente Marija Pavlovic Lunetti a Radio Maria


"Cari figli! Vi invito di nuovo: iniziate la lotta contro il peccato come nei primi giorni, andate a confessarvi e decidetevi per la santità. Attraverso di voi l'amore di Dio scorrerà nel mondo e la pace regnerà nei vostri cuori e la benedizione di Dio vi riempirà. Io sono con voi e davanti al mio Figlio intercedo per tutti voi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.”

P. Livio: La Madonna ha detto: “Come nei primi giorni… iniziate la lotta contro il peccato… andate a confessarvi”. Raccontaci un po’ come nei primi giorni avete risposto a questa chiamata.

Marija: E’ successo un giorno durante un’apparizione straordinaria, dopo che noi avevamo già avuto l’apparizione quotidiana, avevamo pregato per le sue intenzioni e poi la Madonna è apparsa e ha detto che tutti potevano toccarla. Noi abbiamo detto alla Madonna: “Come è possibile toccarti? Gli altri non ti vedono, solo noi veggenti ti vediamo”. Lei ha detto: “Prendete le loro mani e avvicinatele a me”. Allora l’abbiamo detto ai presenti e tutti hanno cominciato a toccare la Madonna. Alcuni di loro hanno sentito caldo, altri freddo, altri un profumo di rosa, ma tutti hanno creduto che la Madonna era là e che l’avevano davvero toccata. Però noi veggenti, nel momento in cui la gente avvicinava al vestito della Madonna la loro mano, vedevamo che rimanevano delle macchie, a volte grandi, a volte piccole; abbiamo cominciato a piangere e abbiamo chiesto alla Madonna perché il suo vestito era diventato sporco e tutto macchiato. La Madonna ha detto che quelle macchie erano i nostri peccati. Allora abbiamo chiesto alla Madonna cosa dovevamo fare perché non volevamo vedere il suo vestito sporco; e Lei ci ha detto: “Andate a confessarvi”. Subito tutti noi e tutte le famiglie della parrocchia siamo andati in chiesa, abbiamo cercato il sacerdote, ci siamo confessati; perché nessuno di noi voleva sporcare ancora il vestito della Madonna. Da quel momento possiamo dire che la parrocchia di Medjugorje è diventata il confessionale del mondo, dove le persone incontrano Dio nella verità, nella santità, nella conversione attraverso la confessione.

P. Livio: E voi non avete riconosciuto le persone che macchiavano il vestito della Madonna.

Marija: In realtà abbiamo visto una per una quelle persone ed erano persone che conoscevamo, ma dopo, quando tutto è finito, non abbiamo potuto collegare perché la Madonna ha fatto in modo che noi non ci ricordassimo chi l’aveva sporcata. Perché se io avessi saputo chi aveva macchiato il vestito della Madonna, mi sarebbe rimasto antipatico.

P. Livio: Ti ricordo che quel giorno era il 2 agosto 1981, festa del perdono di Assisi, quella grazia che ha ottenuto S. Francesco dal Papa. In quel giorno si ottiene l’indulgenza plenaria. Quel giorno non è stato scelto per caso, ma era una grande festa della penitenza. Tu sai che sabato prossimo è un sabato penitenziale che il Papa ha indetto nella chiesa di S. Pietro, in tutta la diocesi di Roma e in tante altre diocesi e parrocchie del mondo? Sembra proprio un’iniziativa incoraggiata dalla Madonna: di fare un sabato penitenziale dove tutti vanno a confessarsi per la Pasqua. Il Papa ha proposto una giornata di ringraziamento per la grazia del perdono dei peccati, con la possibilità per la gente di confessarsi.

Marija: Bello! E’ esattamente quello che stiamo facendo noi qua. Il Papa ci sta facendo concorrenza [sorride]. Anche questa sera qui a Medjugorje dalle 21 alle 22 c’è l’adorazione eucaristica e poi, dalle 22 fino a domani mattina si fa l’adorazione silenziosa in ringraziamento al buon Dio che ci ha mandato sua Madre e a sua Madre che ci ha dato il messaggio. Così tutta la parrocchia e anche i pellegrini durante la notte vengono in chiesa, pregano e adorano Gesù perché la chiesa rimane aperta. Si vede che la Madonna parla lo stesso linguaggio del Papa oppure il Papa parla lo stesso linguaggio della Madonna.

P. Livio: La Madonna ha dato delle indicazioni su quante volte ci si deve confessare?

Marija: Noi diciamo di confessarsi tutte le volte che c’è bisogno. Se c’è bisogno dieci volte, anche dieci volte. La Madonna ha detto: “Almeno una volta al mese” e ha chiesto di scegliere un sacerdote come guida spirituale per fare un cammino di santità. Perché non si può ripetere sempre gli stessi peccati, ma bisogna andare avanti, progredire. La Madonna l’ha detto anche in questo messaggio: “Andate a confessarvi e decidetevi per la santità”. Noi siamo gli strumenti di Dio, ma possiamo essere strumenti del bene o del male. Se siamo strumenti di Dio, siamo strumenti del bene, siamo luce, siamo testimonianza, siamo amore di Dio; altrimenti siamo nel peccato e il diavolo ci usa.

P. Livio: Oggi la Madonna è apparsa con la veste dorata?

Marija: Si, perché oggi è la festa della Madonna e Lei è apparsa con i vestiti dorati, sono come ricamati d’oro. Come la festa dell’Immacolata, il 15 agosto, al suo compleanno il 5 agosto; ma anche a Natale, a Pasqua…

P. Livio: E’ un po’ di tempo che non appare con gli angeli?

Marija: No. E’ apparsa con gli angeli poco tempo fa sulla collina delle apparizioni ad Ivan. Normalmente durante la notte appare con tre o con cinque angeli. Noi tante volte diciamo scherzando tra noi: San Giuseppe non vuole lasciare da sola la Madonna nel buio durante la notte, così manda gli angeli. Ma lui, San Giuseppe, non è mai apparso: è l’ umiltà in persona!

P. Livio: La Madonna vi è apparsa con il Bambino Gesù e anche con Gesù flagellato.

Marija: Sì. Noi abbiamo visto Gesù con la corona di spine, pieno di sangue, flagellato, maltrattato…, mentre il giorno di Natale vediamo Gesù Bambino.

P. Livio: Ricordo che in uno dei primi messaggi del giovedì la Madonna ha detto: “Vi invito ad onorare durante la Quaresima le piaghe che mio Figlio ha ricevuto per i peccati di questa parrocchia” (22.3.1984).

Marija: Sì. La Madonna in un messaggio ha detto anche: “Prendete la Croce tra le mani e contemplate le piaghe di mio Figlio e vostro Dio”.

P. Livio: Puoi dare un piccolo suggerimento per questa fase finale della Quaresima?

Marija: Se vogliamo essere santi, come dice la Madonna, dobbiamo confessarci e fare la lotta contro il peccato in tutti i sensi. Dobbiamo lottare e fare guerra non solo per i peccati gravi, ma anche per quelli piccoli. Così cominciamo a essere più simili alla Madonna, che è senza peccato.

Ora noi andiamo in chiesa per l’adorazione… Domani saremo in preghiera sul Krizevac … Restiamo uniti nella preghiera, perché la preghiera ci unisce tra noi e ci unisce al Cuore Immacolato di Maria. Che Dio vi benedica tutti.

Marija ha quindi pregato il “Magnificat” e il Gloria.

... e Padre Livio ha concluso con la benedizione.

Marija e P. Livio




Fonte: www.medjugorje-oggi.org/commento.htm

Nessun commento:

Posta un commento