Etichette

mercoledì 10 settembre 2014

Io e LUi - Diario di Gabrielle Bossis

23 maggio 1946

Ti ricordi il Consiglio del profeta? 'Vai e lavati nel fiume.' E il lebbroso, trovando questo troppo facile, voleva andare via. Ma il suo servo gli disse: 'Perchè ti rifiuti di tentare una cosa così semplice...'

Chiedo ai miei figli le azioni più ordinarie: mangiare, bere, dormire, lavorare, tutto il giorno Uniti con la Mia Vita, le vostre azioni tuffate nel mio sangue e rivestite dei miei meriti. Non c'è nulla di difficile in questo e sarai guarito del tuo povero essere e avvolto della veste più ricca. Allora, mia figliolina, non puoi provare qualcosa di così semplice? ACQUISIRE L'ABITUDINE DI GUARDARMI MENTRE IO GUARDO TE.
Ti piace questo aspetto del tuo miglior amico? È come una carezza. Ha sempre un potere. Come le Mie Parole. Come la Mia Eucaristia. TUTTO CIO' CHE RIGUARDA ME È POTERE. POTERE VITALE. Non è una gioia? Essa non dà le ali al tuo amore in una maggiore comprensione dell'essere divino? SE TU SAPESSI CHI È DIO... E quanto si merita che tu studi le sue insondabili ricchezze, la sua generosità, la sua estrema bontà, il suo amore, e ancora una volta - sì e sempre - il suo amore, perchè l'amore è l'essenza del suo essere.
Quando tu sarai entrato nella casa del tesoro...del Suo amore...potrai restare lì. Potrai farla casa tua...Questo è il posto al quale tu appartieni. E da lì, come da un balcone alto, vedrete la vita, il servizio per la gloria di Dio da un punto di vista nuovo che cambierà completamente la tue solite opinioni meschine. I Santi hanno visto le cose in modo diverso dagli altri e per questo sembravano condurre una vita strana. Non avevano gli stessi occhi.
L'ATMOSFERA DEL MONDO È COSÌ FALSA CHE È ESTRANEA ALLA VERITÀ. COSÌ VAI IN PROFONDITÀ NEL MIO DOMINIO DELL'AMORE E RINCHIUDITI LI'."

Nessun commento:

Posta un commento